LA NOSTRA STORIA

Nel dicembre 2006 nasce la Cooperativa sociale “Campo dei Girasoli”.

Finalità della cooperativa è la partecipazione al sostegno ed allo sviluppo dell’associazione “I Girasoli Onlus”. La sezione A, nella quale sono occupati parte degli operatori impegnati nel centro diurno e nel centro residenziale, è finalizzata a sviluppare le azioni socio educative ed assistenziali; la sezione B è stata creata per l’inserimento lavorativo di disabili che, al termine di un percorso formativo nel centro diurno, possono lavorare con un certo grado di autonomia; attualmente l’ambito di lavoro è nelle pulizie e nella manutenzione del verde.

Per i disabili le cui famiglie per vari motivi non riescono più ad assistere e per dare risposta al “dopo di noi”, la cooperativa ha realizzato una soluzione abitativa sulle 24 ore, la “Residenza Microcosmo”, inaugurata a luglio del 2010.

Il “Campo dei Girasoli” aderisce all’Associazione per la Pedagogia Curativa Italiana che, a sua volta, fa parte del network europeo  E.C.C.E. – INCLUSION EUROPE – EDF. (www.ecce.eu).

LA SOCIOTERAPIA ANTROPOSOFICA

Il metodo educativo dell’associazione I Girasoli è fissato nei principi della pedagogia curativa e socioterapia antroposofica. Sono principi espressi nell’opera di Rudolf Steiner, fondatore dell’Antroposofia; la sua peculiarità è riconoscere l’essere umano quale essere complesso in evoluzione in cui interagiscono corpo, anima e spirito. 

LE NOSTRE STRUTTURE

LA LIBERA SCUOLA D’ARTE E MESTIERI

Il nostro centro diurno è situato a Repen n° 163, nel Comune di Monrupino, in una grande casa di 400 mq distribuita su 3 livelli, con 5.000 mq di terreno.

Ospita 18 persone disabili, di età compresa tra i 18 ed i 50 anni, a cui si aggiungono 1 persona in borsa lavoro e 3 lavoratori cosiddetti “svantaggiati”, tutti compresi nelle azioni socio-educative dell’associazione.

Le modalità di accesso in convenzione sono disposte dai Servizi Sociali; sono altresì possibili inserimenti anche privatamente.

Le attività si svolgono da lunedì a venerdì e vedono impegnati 23 lavoratori, tra operatori, educatori, autisti e pulitori, e 3 maestre d’arte; sono assicurati i trasporti a domicilio.

Nel centro diurno si svolgono attività educative e formative di euritmia, pittura, musica (coro e orchestra), recitazione, ceramica, tessitura, cucito, falegnameria, orto e giardino, cucina, cura della casa (riassetto, pulizie, lavanderia e stireria), cura ed igiene della persona.

L’arte riveste il ruolo fondamentale di portare ad espressione l’interiorità umana e di plasmarla.

IL RESIDENCE MICROCOSMO

Le richieste delle famiglie ci hanno dato il motivo e la forza di creare una residenza destinata ad accogliere le persone disabili mentali, in sostituzione delle famiglie. Molti sono i genitori anziani che non riescono più ad assistere il figlio adulto nel proprio nucleo, sia per il possibile acuirsi di patologie che con il passare degli anni aggravano l’handicap, sia per il venir meno delle forze e dell’autonomia dei genitori stessi.

La residenza è situata a Villa Opicina. La scelta della zona è stata determinata dalla valutazione che questa frazione urbana ha una dimensione a misura d’uomo che rende più facile stringere relazioni umane. Inoltre, l’accessibilità ai servizi rende il contesto più adatto alla vita dei nostri beneficiari, che con maggiore autonomia vi possono accedere rispetto alla città; ciò facilita la loro conoscenza da parte dei residenti e ne favorisce, quindi, l’inclusione.

La casa,  di circa 450 m2 su 2 livelli, con 1.200 m2 di giardino, è in una buona posizione per l’accessibilità rispetto all’abitato ed ai mezzi pubblici. Dispone di 8 camere, con 13 posti letto, 5 bagni, 2 cucine, 2 sale da pranzo, un grande atrio e 2 salotti. Attualmente usufruiscono di ospitalità residenziale, su 7 giorni, 9 persone in modo permanente ed 1 a turnazione; i Servizi Sociali possono concordare modalità di accesso in convenzione e sono possibili inserimenti anche privatamente.

La vita si svolge nei tempi e con le modalità della vita in famiglia: il relax, il riordino e l’igiene personale, la preparazione dei pasti, i momenti conviviali e quelli culturali, la spesa,  lo shopping e le gite.

Il Campo dei Girasoli assicura ai residenti una regolare consulenza medica da parte di medici antroposofici. Il  lavoro è completato da una serie di terapie efficaci come i bagni medicati, il massaggio ritmico e le frizioni. Fondamentale in tal senso è la collaborazione con il Dott. Clemens Margoni Bastian e con l’Associazione Italiana Discipline Ritmiche (A.I.D.R), referenti per le terapie ed anche per la formazione degli operatori.

LA NOSTRA MISSION

L’obiettivo primario dei fondatori è stato quello di creare le condizioni per la nascita di una comunità di persone in cui tutti i membri, nella condivisione della vita in tale contesto, potessero sviluppare le potenzialità e le qualità che caratterizzano e danno dignità all’essere umano.

L’associazione riconosce nella formazione di comunità, che agisca in modo complementare e fortemente integrato alla società stessa, un valido strumento per realizzare l’inclusione sociale delle persone con complesse necessità di dipendenza.

Il contesto realizzato è ispirato ad una filosofia della qualità che tiene conto degli elementi che, in generale, corrispondono alle migliori aspirazioni di vita di ogni essere umano: il bello, il buono, il vero. Vi è molta cura per rendere confortevole e consono l’ambiente, nulla è lasciato al caso: i siti naturali, situati nel verde, in cui sono collocati le sedi operative, gli arredi, i progetti educativi mirati, l’arte e le attività di laboratorio, l’atteggiamento degli educatori che rispettano ed amano le persone che accompagnano,  la formazione permanente degli operatori e dei volontari.

Tutte le attività hanno un carattere socioterapeutico, educativo e di orientamento formativo-lavorativo, proprio per consentire alle persone ospitate un percorso sostenibile, finalizzato ad assicurare loro la preparazione e lo svolgimento di una vita in cui possano essere realizzati i valori della dignità umana.